Warning: Creating default object from empty value in /home2/ab55663/public_html/wp-content/themes/editorial/functions/admin-hooks.php on line 160

In Calabria – F. Pigorini Berni

Testo, unico nel suo genere perché scritto da una donna, fa fede , nel panorama dei viaggiatori post-unitari settentrionali nelle Calabrie , di una volontà di recupero e di valorizzazione della ricchezza e della profondità della cultura calabrese.

Leggi i frammenti

Viaggio in Calabria – F. Von Stolberg

Una Calabria che sembra tagliata fuori dal mondo, vittima dell’incuria degli uomini, legata ai fantasmi del passato, agli splendori della Magna Grecia: glorie e storie che si legano al presente, che però vive sotto il segno della morte. Sono passati solo nove anni dal terribile terremoto che colpì la Calabria nel 1783 ed è questo lo scenario che si presenta al conte von Stolberg che compie un breve ma assai significativo ed intenso viaggio nella regione che mostra ancora, ben visibili, i segni di quell’immane catastrofe. Tradotto per la prima volta in italiano e ormai alla sua seconda edizione il racconto dell’erudito tedesco assume il valore di una pungente testimonianza, dove la realtà alla fine prevale sull’immaginazione ed il passato finisce per cedere il posto al presente.

Leggi i frammenti

Viaggio in Calabria – A. Dumas

Conosciuto soprattutto come romanziere, Dumas fu anche un grande viaggiatore. Le sue descrizioni sono piacevoli, interessanti, attuali e lasciano trapelare uno spirito di attento osservatore di uomini e cose. In Italia Dumas soggiornò più volte e a lungo, in particolare a Napoli. Il viaggio in Calabria fu intrapreso nell’autunno del 1835 subito dopo aver visitato la Sicilia. Lo scrittore, sorpreso da un’improvvisa tempesta, che gli impedì di proseguire la navigazione verso nord, fu costretto a percorrere via terra, da Villa San Giovanni a Cosenza, la Calabria. Tra terremoti e piogge torrenziali, tra racconti gustosi e personaggi singolari, il viaggio di Dumas si trasforma in un avventuroso resoconto stilato con sagacia ed ironia, che non mancherà di appassionare e dilettare il lettore.

Leggi i frammenti

Lettere dalla Calabria – D. De Tavel

Apparse a Parigi nel 1820 le lettere inviate da de Tavel al padre dal dicembre 1807 all’ottobre 1810 costituiscono una sorta di diario di guerra dei tre anni trascorsi dall’autore in Calabria come ufficiale dell’esercito di occupazione. Le crudeltà, i crimini, gli agguati, le insidie e i disagi della guerra finirono col pesare sulla scrittura e sui giudizi riguardanti la Calabria e i suoi abitanti. Le osservazioni e i particolari narrati consentono, purtuttavia, di avere un quadro preciso e significativo delle reali condizioni della maggior parte dei calabresi e dei loro usi, costumi, tradizioni, agli inizi del XIX secolo.

Leggi i frammenti